Home / Portfolio / ERRATUM | Francesca Gemmo e Walter Prati | Il Nuovo Ordine dei 28 suoni

ERRATUM | Francesca Gemmo e Walter Prati | Il Nuovo Ordine dei 28 suoni

EventsPast events

 

 

Walter Prati | Francesca Gemmo
Il Nuovo Ordine dei 28 suoni
a cura di Sergio Armaroli e Steve Piccolo

18 – 19 maggio 2019
Programma:
18 maggio, dalle ore 14.30 alle 19 – esposizione di opere di Walter Prati
18 maggio, ore 15:30 – performance di Francesca Gemmo, Toy Piano
18 maggio, ore 17:30 – performance di Francesca Gemmo, Toy Piano
19 maggio, dalle ore 16 alle 19 – esposizione di opere di Walter Prati
Ingresso gratuito

ERRATUM | Milano
about sound | visual | text
what is the place for sound art?
Viale Andrea Doria, 20 – Milano
In collaborazione con: Città Sonora, MADE4ART
PRESS KIT Download

 

           

 

In occasione di Piano City Milano, ERRATUM presenta Il Nuovo Ordine dei 28 suoni, a cura di Sergio Armaroli e Steve Piccolo,
che prevede performance musicali con Toy Piano di Francesca Gemmo e un’esposizione di opere pittoriche di Walter Prati.

Come il testo buddista del Sutra del Loto, attraverso i suoi 28 capitoli, è in grado di raccogliere l’esperienza finale dell’illuminazione
nei suoi diversi percorsi e da diverse angolazioni, così la tastiera del pianoforte è in grado di riprodurre l’universo sonoro nel suo
complesso. L’Ordine dei 28 suoni è una combinazione di immagini il cui soggetto è un tasto di pianoforte declinato in 7 diversi
colori e ogni colore in 4 varianti cromatiche, offrendo punti di vista molteplici di un unico soggetto attraverso i colori e le loro
variazioni.

Le 28 tavole in mostra sono state prodotte utilizzando la fotografia di una parte di un tasto del pianoforte stampata su carta cotone,
su cui l’artista è intervenuto con colori a olio; dopo la scansione e la stampa su tela, le immagini sono state sottoposte a un nuovo
intervento artistico con vernice acrilica. Attraverso l’utilizzo del software MaxMsp è stata infine programmata un’applicazione
che, riproducendo le immagini dei tasti esposti, consente di suonarli toccandoli sullo schermo di un Ipad, permettendo al
visitatore di scoprire l’associazione tra colore e modalità pianistica con le sue varianti e decidere di suonarle in tempo reale.

Spazio di ascolto e sperimentazione, ERRATUM si presenta al pubblico come un laboratorio di idee dove la contaminazione tra le
arti e il loro incontro con la musica porta a risultati inaspettati proponendosi come punto di riferimento per creativi, musicisti,
poeti e artisti. In collaborazione con MADE4ART di Milano.

 

 

 

Walter Prati | Francesca Gemmo
Il Nuovo Ordine dei 28 suoni
a cura di Sergio Armaroli e Steve Piccolo

18 – 19 maggio 2019
Programma:
18 maggio, dalle ore 14.30 alle 19 – esposizione di opere di Walter Prati
18 maggio, ore 15:30 – performance di Francesca Gemmo, Toy Piano
18 maggio, ore 17:30 – performance di Francesca Gemmo, Toy Piano
19 maggio, dalle ore 16 alle 19 – esposizione di opere di Walter Prati
Ingresso gratuito

 

ERRATUM | Milano
about sound | visual | text
what is the place for sound art?
Viale Andrea Doria, 20 – Milano

In collaborazione con: Città Sonora, MMT Creative Lab


  

 

MADE4ART | Comunicazione e servizi per l’arte e la cultura
di Vittorio Schieroni, Elena Amodeo | www.made4art.it | press@made4art.it
PRESS KIT Download

 

FRANCESCA GEMMO
Francesca Gemmo è pianista, compositrice e didatta. Si diploma in Pianoforte con il massimo dei voti presso il Conservatorio
“F.E. Dall’Abaco” di Verona, sua città di origine, e in Composizione presso il Conservatorio “Giuseppe Verdi” di Milano; nel
medesimo Conservatorio ottiene successivamente il Diploma accademico di II livello per l’insegnamento del Pianoforte.
Come pianista ha studiato con Renzo Bonizzato, Isabella De Carli e con Bruno Canino dal 1996 al 1998 presso il
Konservatorium für Musik und Theater di Berna. Ha ottenuto significativi premi e riconoscimenti in concorsi pianistici
nazionali ed il suo repertorio spazia dal Barocco alla musica contemporanea. L’attività concertistica l’ha portata a suonare
in prestigiose sale in Italia ed all’estero (Sale Apollinee di Venezia, Centre Le Phenix di Friburgo, Konzerthaus di Weimar,
Fondazione Mudima di Milano, Museo del Novecento di Milano, Teatro Arsenale di Milano, Area Sismica). L’attenzione
a percorsi di sperimentazione e improvvisazione ha favorito la sua collaborazione con autorevoli artisti quali Sergio
Armaroli, Alvin Curran, Brunhild Meyer-Ferrari, Steve Piccolo, Walter Prati, Giancarlo Schiaffini ed Elliott Sharp. Come
compositrice ha studiato con Davide Anzaghi e Alessandro Solbiati. Ha al suo attivo diverse esecuzioni di proprie
composizioni ad opera di importanti solisti ed ensembles come Irvine Arditti, Luca Avanzi, Sergio Scappini, Divertimento
Ensemble, Trio Matisse; inoltre le sono stati commissionati lavori da autorevoli strumentisti come il chitarrista Magnus
Andersson e il saxofonista Daniel Kientzy. Ha registrato nel 2017 per Ars Publica l’opera inedita (I esecuzione assoluta)
Grandi Numeri di Sylvano Bussotti con Improvviso Fantasia diretto da Giuseppe Giuliano. Nel 2018 ha registrato per
Dodicilune Edizioni gli Exercises d’Improvisation di Luc Ferrari assieme a Giancarlo Schiaffini, Walter Prati e Sergio
Armaroli; per la medesima etichetta è uscito nell’aprile 2019 l’album Ad libitum per pianoforte solo. Inoltre sta registrando
per Da Vinci Classics l’opera integrale per pianoforte di John Cage. Ha pubblicato diverse partiture (Salatino Edizioni e
Berbèn), ha scritto diversi saggi di argomento musicale e didattico (Tangram edizioni Scientifiche, Padus Edizioni).
In veste di autrice musicale e pianista ha collaborato assieme a Marina Spreafico all’allestimento di Pataperformance:
il ritorno di Ubu, immortale creatura di Alfred Jarry (Maggio 2019, Spazio Erratum, Milano). È tra le fondatrici
dell’associazione Città sonora.

 

WALTER PRATI
Walter Prati agli inizi degli anni ‘80 si diploma in Musica elettronica al Conservatorio G. Verdi di Milano, studia composizione
con Irlando Danieli e contrabbasso con Carlo Capriata. Negli anni ‘90 ha insegnato presso i corsi estivi della Accademia Chigiana
di Siena informatica musicale. Attualmente è docente di composizione musicale elettroacustica al Conservatorio G. Verdi di
Como e tecniche di improvvisazione musicale presso il Conservatorio A. Pedrollo di Vicenza. Walter Prati è compositore ed
esecutore, si interessa di ricerca musicale diretta all’interazione tra strumenti musicali tradizionali e tecnologie digitale e
analogiche. Come compositore e performer èpresente nei cartelloni e nei festival di importanti teatri in Italia e all’estero (Teatro
alla Scala, Musica Presente, Biennale Musica Venezia, Akademie der Kunste Berlino, CCA Glasgow, Huddersfield Contemporary
Music Festival, Music Actuelle Nancy, EMS festival a Stoccolma, Ultima festival a Oslo, Toronto Jazz Festival, Vancouver
Jazz festival). Ha collaborato con Giancarlo Schiaffini, Evan Parker, Ricciarda Belgiojoso, Paul Lytton, Thurston Moore,
Robert Wyatt, Maurizio Ben Omar, Sergio Armaroli. Ha inciso per ECM, Auditorium edizioni, Pentaflower, Ricordi, BMG
Ariola, Materiali Sonori, Leo Record, Da Vinci Records, DodiciLune.